visite

Tot. visite contenuti : 163112

Psicologa Psicoterapeuta Francesca Mulas

 

 

Benvenuti nel sito della Dottoressa Francesca Maria Grazia Mulas, da questo sito potrai ricevere varie informazioni accessibili dal menù superiore.




"Si può capire un bambino che ha paura del buio

La vera tragedia della vita è quando gli adulti hanno paura della luce"

-Platone-

 

Home Prova ancora. Sbaglia ancora. Sbaglia meglio

Prova ancora. Sbaglia ancora. Sbaglia meglio

 

In questo articolo vi parlerò delle fasi che si attraversano quando una relazione finisce.

Spiegherò i meccanismi di difesa che si mettono in atto quando si viene lasciati dal partner dopo una storia importante, che però non sono del tutto estranei anche a chi lascia.

Le reazioni del “lasciato/a” sono differenti a seconda della personalità e della fase del rapporto ma, a parte l'ordine della presentazione delle fasi che può essere diverso da persona a persona, le fasi sono sempre le medesime.

Tristezza. La tristezza è normale ma se non intervengono altri sentimenti ad arginarla, si può trasformare in depressione che può manifestarsi in vari modi: lo stordimento con un sovraccarico di lavoro; la chiusura in se stessi con l'evitamento di contatti sociali; la rabbia e il rimugginamento; le somatizzazioni fino alla comparsa di sintomi veri e propri di malattia.

Diniego/Rifiuto. Non si accetta di essere lasciati e si perseguita l'ex partner in vari modi prima velatamente sino ad arrivare a vere e proprie persecuzioni e ricatti.

Attribuzione di Colpa. Si attribuisce la responsabilità esclusivamente all'altro/a della fine della relazione sviluppando rabbia e rancore. Questi sentimenti favoriscono il distacco ma se non si è capaci di pensare anche a quello che si è fatto di sbagliato si rischia di cadere nella trappola del vittimismo e scivolare nella depressione. Se vissuto con spirito critico e costruttivo, può essere un momento molto utile in cui si può fare il bilancio della propria vita per prepararsi a ripartire.

Chiodo scaccia chiodo. Forse è la strategia più utilizzata ma è la meno utile, anzi la più dannosa! Nel breve termine può anche dare sollievo dal dolore cocente, ma dopo il primo periodo di entusiasmo si rischia di ritrovarsi impelagati in un dolore ancora più grande per l'ennesimo fallimento.

Non ci si può tappare gli occhi, la vita ripresenta sempre gli ostacoli che non siamo riusciti a trascendere e tutto quello che ci ha portato alla rottura col partner precedente, si rimanifesta puntualmente con quello successivo.

Quando si viene lasciati,è normale passare nelle fasi sopra descritte; i problemi sorgono quando ci si fissa in una delle fasi ( tristezza o rifiuto o colpa) senza sviluppare la comprensione necessaria alla rielaborazione della perdita, che se fatta con spirito costruttivo, porta inevitabilmente a cambiare punto di vista e, conseguentemente, superare il dolore del distacco.

Se prese singolarmente, le fasi post rottura, ci riportano a vissuti tipici della personalità infantile, ognuna con la sua peculiarità tipica del vissuto dominante della bambino: la paura.

Paura di andare avavnti da soli.

Paura di non trovare più nessuno che ci ami.

Paura di essere dimenticati.

Paura di non avere più amore.

Se invece le fasi hanno una durata breve e sono flessibili, si alternano a momenti in cui si prova anche benessere e responsabilità, dopo un po' prende il sopravvento la personalità adulta mettendoci a disposizione tutte quelle risorse di sopravvivenza che favoriscono l'incontro con la parte più profonda di noi stessi, prerogativa indispensabile per essere di nuovo pronti ad iniziare una relazione più matura ed equilibrata, non basata sul bisogno di colmare un vuoto, ma sulla condivisione della propria ricchezza interiore.

Ogni persona di cui ci innamoriamo è il riflesso della nostra interiorità: se siamo in equilibrio ci sentiremo attratti e attrarremo persone equilibrate. In mancanza di equilibrio ci toccherà un altro giro di giostra...

Ma se solo siamo abbastanza forti da guardare dentro noi stessi potremo scrivere nuove pagine della nostra vita e la rottura sarà stata una grande opportunità.....e se sono Anime Gemelle nessuno si perderà....

Aggiungi commento

E' severamente vietato utilizzare un linguaggio scurrile, bestemmie e/o insulti di qualunque genere.

Codice di sicurezza
Aggiorna