visite

Tot. visite contenuti : 163130

Psicologa Psicoterapeuta Francesca Mulas

 

 

Benvenuti nel sito della Dottoressa Francesca Maria Grazia Mulas, da questo sito potrai ricevere varie informazioni accessibili dal menù superiore.




"Si può capire un bambino che ha paura del buio

La vera tragedia della vita è quando gli adulti hanno paura della luce"

-Platone-

 

Home Le nostre prigioni

Le nostre prigioni

Le credenze sono degli schemi mentali mutuati culturalmente durante la crescita, nella maggior parte derivati dalla famiglia di origine e in seguito dalla cultura dominante nella società di appartenenza.

Se da un lato possono rivelarsi utili in quanto, attraverso il processo di generalizzazione, accelerano i processi mentali, in molti altri casi si trasformano in stereotipi e pregiudizi.

Le credenze si chiamano così proprio perchè non sono derivate dall'esperienza diretta ma dall'acquisizione di assunti trasmessi da altri e immagazzianti come veri.

Accettare credenze limitanti è come indossare una camicia di forza per tutta la vita.

Le credenze creano nello spazio che ci circonda un imprinting che attrae tutte le esperienze della nostra vita.

Se si crede fermamente in qualcosa, il nostro inconscio selezionerà ed estrapolerà solo quegli aspetti della realtà che confermano tale credenza.

Gli studi sulla memoria hanno anche dimostrato che tendiamo a ricordare meglio e con più precisione eventi che confermano le nostre credenze e a dimenticare o sfumare episodi che le contraddicono. Tendiamo a dare maggior peso alle situazioni che confermano le nostre ipotesi, influenzando, di conseguenza, i risultati.

Le credenze creano un filtro percettivo che condiziona le nostre scelte.

Queste scelte, condizionate, creano il nostro destino.

Aggiungi commento

E' severamente vietato utilizzare un linguaggio scurrile, bestemmie e/o insulti di qualunque genere.

Codice di sicurezza
Aggiorna