visite

Tot. visite contenuti : 163157

Psicologa Psicoterapeuta Francesca Mulas

 

 

Benvenuti nel sito della Dottoressa Francesca Maria Grazia Mulas, da questo sito potrai ricevere varie informazioni accessibili dal menù superiore.




"Si può capire un bambino che ha paura del buio

La vera tragedia della vita è quando gli adulti hanno paura della luce"

-Platone-

 

Convertirsi

In greco la parola convertirsi ha un significato diverso da quello che normalmente gli attribuiamo.

Nel linguaggio comune, questo verbo, viene usato per indicare il ritornare alla religione. In realtà significa cambiamento di rotta, correzione di vita.

Da bambini ci costruiamo delle corazze, di cui poi ci dimentichiamo. Se nel momento in cui le costruiamo ci aiutano a difenderci dal dolore, in seguito il loro utilizzo diventa disastroso perchè ci fanno perdere il senso di realtà, arrivando addirittura a deformare la realtà stessa per adeguarla alla corazza.

Allora la vita ci presenta il conto con il dolore della perdita, con i fallimenti, con la solitudine, la malattia.

Continuando ad utilizzare la corazza la vita si complica sempre di più sino a diventare insopportabile.

Quando il dolore diventa insopportabile si cercano varie strade pur di evitarlo: attribuendo la responsabilità ai genitori, ai partner, ai figli, ai colleghi e la lista continua fino a che un giorno arriva qualcuno che ci mette uno specchio davanti e ci fa vedere i nostri errori, le deformazioni di cui non ci eravamo mai resi conto, il male che abbiamo fatto convinti di avere ragione.....e il mondo ci crolla addosso.

In quel momento abbiamo la più grande opportunità della vita: “con-vertirci, cambiare rotta, rimetterci in discussione e avere il coraggio di guardare come realmente siamo e non come abbiamo sempre creduto di essere.

Ci appare il mostro interiore che ci ha sempre risucchiato energia, un mostro che è fatto dal bambino ferito che non riuscendo a difendersi dal dolore si è indurito diventando egoista, pretenzioso e pretestuoso. Più si è intelligenti e più questo mostro interiore si rafforza con ragionamenti autogiustificanti, sino a che un giorno incontriamo qualcuno che lo smaschera.

Ma lo smascheramento non è indolore, sembra che la pelle ci venga strappata di dosso e tutto il dolore che era stato represso riemerge come un uragano che distrugge.

Solo dopo aver affrontato tutto il dolore, dopo aver perso noi stessi, quella parte di noi che avevamo sempre protetto perchè costruita durante la crescita, potremo far emergere una nuova parte di noi, una parte più autentica, una rinascita, una con-versione.

Solo qualcuno che ci ama veramente può avere il coraggio e la dolcezza di farci vedere il nostro mostro interiore o i nostri nemici.

Preso atto della verità e accogliendo il dolore e la sofferenza conseguenti, sta ad ognuno di noi cambiare rotta, ricominciare da capo scegliendo una direzione diversa, chinandoci davanti alle lezioni della vita che non sono mai gratuite.

La più grande fortuna che si possa desiderare è che quel qualcuno, che amandoci ci ha presentato il nostro mostro, resti sempre al nostro fianco ma spesso chi vede il mostro fugge via, perchè solo un'anima gemella può trovare la forza di non farsene intimorire.

Aggiungi commento

E' severamente vietato utilizzare un linguaggio scurrile, bestemmie e/o insulti di qualunque genere.

Codice di sicurezza
Aggiorna