visite

Tot. visite contenuti : 163121

Psicologa Psicoterapeuta Francesca Mulas

 

 

Benvenuti nel sito della Dottoressa Francesca Maria Grazia Mulas, da questo sito potrai ricevere varie informazioni accessibili dal menù superiore.




"Si può capire un bambino che ha paura del buio

La vera tragedia della vita è quando gli adulti hanno paura della luce"

-Platone-

 

Home Concavi o convessi

Concavi o convessi

Prendo a prestito due termini usati in geometria per descrivere due categorie di personalità.

Nel dizionario dei sinonimi e contrari il termine concavo è sinonimo di “cavo, incavato, scavato, affossato, rientrante e....cupo”.

Tali personalità sono carenti di energia propria e per riempire il vuoto hanno bisogno di assorbire. Sono quelle persone che hanno un tono dell'umore basso, sono sempre tristi, insoddisfatte, indecise,attribuiscono la responsabilità della loro sofferenza agli altri e sono sempre in cerca di un capro espiatorio per i loro mali, non vedono le cose belle che la vita regala e quando le loro richieste hanno la possibilità di essere esaudite le rifiutano o non sono capaci di vederle o apprezzarle. Sono dei bambini, in cerca di consigli, rassicurazioni e certezze perchè non sono in grado di assumersi i rischi che la vita comporta. Ma inevitabilmente prendono delle batoste perchè incapaci di valutare autonomamente. Assalite dai dubbi in ogni corcostanza, valutano minuziosamente i pro e i contro, mosse dalla paura di sbagliare. Ma la paura è un'emozione utile per la sopravvivenza solo in caso di pericolo immediato; quando la paura diventa una compagna stabile di vita fa perdere il contatto con la parte più profonda di noi stessi e ci porta a scelte disarmoniche. Si finisce per utilizzare gli altri, che divengono i responsabili della propria felicità o infelicità, dimenticandosi che nessuno può fare felice una persona se non è in grado di raggiungere tale stato da sola.Quando trovano una persona altrettanto concava si legano in maniera patologica, con un attaccamento morboso in cui si risucchiano energia a vicenda. Più che bambini sono neonati che vivono la vita col cordone ombelicale in mano, alla continua ricerca di qualcuno a cui attaccarlo per poterlo risucchiare, incapaci di staccarlo quando si rendono conto che l'energia che l'altro gli fornisce è avvelenata. Infatti le personalità concave, non essendo capaci di vivere di energia propria, accumulano energia da chiunque riescano ad agganciare, come assetati che, per disperazione, bevono acqua salata. Quando si rendono conto di essere avvelenati, anziché ricercare le cause in se stessi, accusano chi ritengono responsabile (genitori, partner, figli, superiori o colleghi di lavoro....). Il corpo di queste persone reagisce all'avvelenamento energetico ammalandosi, perchè le malattie (psichiche e/o fisiche) sono il linguaggio che il corpo utilizza per comunicarci che stiamo mentendo a noi stessi.

Covesso invece significa: “tondeggiante, sporgente, bombato, inarcato”. Le personalità convesse sono quelle talmente piene di energia propria che la proiettano all'esterno. Sono persone che non si lamentano, qualsiasi siano i loro problemi, perchè consapevoli di poterli risolvere o capaci di accettare le frustrazioni e le sconfitte. Avvicinare le persone convesse è piacevole, non ci si sente depredati, svuotati (come avviene con i concavi), ma se ne trae un grande senso di benessere. Sono persone gioiose e, anche nelle difficoltà, sono capaci di un sorriso o di ironia. Si mettono in discussione e sono in grado di cambiare punto di vista quando la vita lo richiede. Flessibili e armonici, i convessi sono cresciuti emotivamente e non hanno bisogno di cercare un colpevole; sanno risolvere i problemi della vita assumendosi la responsabilità delle loro scelte. Sono capaci di ricaricarsi autonomamente evitando di cercare contatti esterni per farsi consolare o raccogliere, perchè abili nel rielaborare la sofferenza e nel perdonare le imperfezioni altrui, hanno sempre qualcosa da dare agli altri gratuitamente, che sia un consiglio, un sorriso, un aiuto disinteressato, la loro disponibilità senza metterla nel conto di chi la riceve e sanno chiedere scusa riconoscendo gli errori commessi.

Ovviamente chi è concavo proverà fastidio nel leggere queste riflessioni o penserà erroneamente di essere convesso. Ma il proprio umore e stato d'animo non si possono manipolare, sono spie che non possiamo spegnere......

Commenti  

#1 giuseppe 2018-10-11 16:23
:roll: :roll: :roll: :roll: :roll: :roll: :roll:
Replica

Aggiungi commento

E' severamente vietato utilizzare un linguaggio scurrile, bestemmie e/o insulti di qualunque genere.

Codice di sicurezza
Aggiorna